Perché atleti e alberi?

Aggiornato il: 1 ott 2019

Perché associare la figura dell'albero, così statico, a quella dell'atleta così fluido e in continuo movimento?


Gli atleti come gli alberi per crescere al meglio hanno bisogno di:


• Un terreno adatto

• Un clima speciale

• Il nutrimento perfetto

• Un ambiente sano

• Frequenze benefiche

• Cure naturali

• Acqua purissima

• Tanta luce solare



L’accostamento tra un atleta e un albero può apparire strana, infatti l’atleta è dinamico e l’albero è statico.


Tuttavia, per formare un vero agonista serve impostare un progetto a medio lungo termine e penso che questo spirito, apparentemente utopistico, sia qualcosa a cui vale la pena tendere.

Solo grandi e ambiziosi progetti posso portarci a immensi risultati.



Tra gli alberi e gli atleti si può intuire l’analogia richiamando l’etica sportiva e l’amore per i progetti a medio lungo termine, costruiti in anni di appassionato lavoro.

L'albero se ci pensate bene non fugge di fronte alle intemperie, per sopravvivere deve trovare varie forme di adattamento alle difficoltà della vita e quindi sviluppare una grande resilienza.

L'albero mostra tanta dignità nell'accettare le difficoltà e nel trovare nuove vie di crescita.

L'osservazione della natura può essere molto istruttiva nella formazione del carattere di ogni atleta agonista.

Fate ora voi le vostre personali riflessioni.


#agonistadelfuturo #progettiambiziosi



15 visualizzazioni0 commenti